Delega di funzioni in materia ambientale: non solo per le grandi aziende

La delega di funzioni in materia ambientale è valida a prescindere dalle dimensioni e dalla complessità organizzativa dell’azienda: è sufficiente che l’atto di delega sia espresso, inequivoco e certo ed investa una persona tecnicamente capace, dotata delle necessarie cognizioni tecniche e dei relativi poteri decisionali e di intervento. Lo afferma la terza sezione della Cassazione Penale, con sentenza n. 52636 del 20 novembre 2017. Il direttore tecnico di uno stabilimento, individuato dal...

Leggi tutto

Istruzioni operative INAIL per lo smart working

Una nuova circolare INAIL fornisce le indicazioni operative sulla gestione dei rapporti di smart working: obbligo assicurativo e classificazione tariffaria, retribuzione imponibile, tutela assicurativa, tutela della salute e sicurezza. E presenta la nuova piattaforma dedicata al mondo del lavoro agile. La Circolare INAIL n. 48 del 2 novembre 2017 fornisce le prime indicazioni sulla gestione dei rapporti di lavoro agile, o smart working, disciplinati dalla Legge 22 maggio 2017, n. 81 “Misure pe...

Leggi tutto

Deposito temporaneo di rifiuti

Il mancato rispetto delle condizioni previste per il deposito temporaneo di rifiuti trasforma, automaticamente, l’attività oggetto del deposito in condotta a rilevanza penale. Lo dice la Corte di Cassazione. La Cassazione penale, sez. III, con Sentenza n. 45739 depositata il 5 ottobre 2017 ha deciso il caso di una ditta di produzione di prefabbricati per mobili il cui amministratore unico era stato condannato dalla Corte d’Appello di Ancona alla pena di quattro mesi di arresto ed € 1....

Leggi tutto

L’uso di sostanze stupefacenti non basta a motivare il licenziamento

Questo è quanto stabilito dalla recente sentenza del Tribunale di Milano in merito ad accertamenti sanitari del medico competente per verificare l’assenza di condizioni di alcol dipendenza e di assunzione di sostanze psicotrope e stupefacenti. Nel luglio del 2016 un lavoratore  è stato invitato dalla sua azienda “all’esecuzione, il giorno successivo, di un accertamento medico teso a verificare l’assenza di alcooldipendenze e tossicodipendenze, all’esito del quale il lavoratore v...

Leggi tutto

Aggressione in azienda ai danni di un lavoratore: il datore di lavoro deve provare di aver fatto tutto il possibile per evitarla

Un infermiere chiede un risarcimento all’Azienda sanitaria a seguito di un’aggressione subita mentre prestava servizio in Pronto soccorso: secondo la Cassazione il datore di lavoro deve pagare se non dà prova di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno. L’Azienda non aveva provato di aver adempiuto alle obbligazioni di protezione del lavoratore e di aver adottato, nell’esercizio della propria attività, tutte le misure che, secondo la particolarità del lavoro e le reg...

Leggi tutto

Il Jobs Act del lavoro autonomo è legge: nuove tutele per lavoratori autonomi e smart workers

Il 10 maggio 2017 è stato approvato definitivamente il Jobs Act del lavoro autonomo che favorisce la diffusione di strumenti innovativi per la gestione del “lavoro agile” e offre maggiori tutele e opportunità ai lavoratori autonomi non imprenditori. Quali saranno le ricadute in materia di salute e sicurezza sul lavoro? Per quanto riguarda i lavoratori autonomi l’art. 11 della nuova legge prevede una delega al Governo in materia di semplificazione della normativa sulla salute e si...

Leggi tutto

I protocolli sanitari dei medici competenti: chiarimenti dalla Cassazione

Il medico competente che si discosti dalle linee guida e dei protocolli che prevedono l’esecuzione di esami strumentali rischia una condanna penale, anche se dalla sua condotta non deriva alcun danno ai lavoratori: così si pronuncia la Cassazione Penale in una sentenza che restringe ulteriormente il margine di discrezionalità dei medici competenti. Il caso riguarda un medico competente che, nel visitare lavoratori esposti a rischio da movimentazione manuale dei carichi e rumore, ha omesso d...

Leggi tutto

Campi elettromagnetici: sei un “lavoratore particolarmente sensibile al rischio”?

Alcuni lavoratori sono considerati particolarmente sensibili ai rischi derivanti dai campi elettromagnetici: i datori di lavoro devono esaminare la loro esposizione separatamente da quella degli altri lavoratori in quanto attrezzature innocue per i lavoratori “normali” potrebbero provocare loro gravi danni alla salute. Per questo motivo hanno diritto a un particolare riguardo in materia di sorveglianza sanitaria e a una valutazione dei rischi da campi elettromagnetici su misura. Sei uno di l...

Leggi tutto

Gestione del rischio da esposizione a formaldeide: nuove linee guida

Il 15 novembre 2016 la Regione Lombardia ha approvato le linee guida sulla stima e la gestione  del rischio da esposizione a formaldeide. Cerchiamo di capire in cosa consistono e quali sono le novità che ne derivano. Innanzitutto ricordiamo di che sostanza stiamo parlando. La formaldeide, chiamata anche aldeide formica, a temperatura e pressione atmosferica è un gas incolore, condensabile in un liquido mobile che per raffreddamento diviene un solido di colore bianco. La formaldeide è present...

Leggi tutto

L’e-learning: la rivoluzione telematica nella formazione.

Il 7 luglio 2016 la Conferenza Stato-Regioni ha approvato l’Accordo tra Governo, Regioni e Province autonome di Trento e di Bolzano per l’individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai sensi dell’articolo 32 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni. Tale accordo non solo rivede, dopo tanto tempo, le modalità per la formazione degli RSPP e ASPP ma definisc...

Leggi tutto

Campi elettromagnetici: scatta l’obbligo di valutare gli effetti sensoriali e sanitari.

Il 2 settembre 2016 è entrato in vigore il Decreto Legislativo del 1 agosto 2016, n° 159: “Attuazione della direttiva 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici) e che abroga la direttiva 2004/40/CE”. Tale decreto apporta significative modifiche e integrazioni alla parte del Decreto Legislativo 81/2008 (TU) riguardante la protezione dei lavoratori contro i risch...

Leggi tutto

Seveso III: pubblicato il nuovo decreto sui criteri di valutazione del rischio di incidente rilevante.

È stato pubblicato il decreto interministeriale (Ambiente-Interno-Salute) DIM n.148/2016 che regola i criteri e le procedure per la valutazione dei pericoli di incidente rilevante di una particolare sostanza pericolosa ai fini della comunicazione alla Commissione europea (GU n.179 del 2-8-2016). Il Decreto che contiene il nuovo Regolamento definisce la procedura per l’istruttoria delle proposte di valutazione dei pericoli di incidente rilevante e i relativi criteri per l’ammissibilità e c...

Leggi tutto

Impianti tecnici produttivi: esclusa l’applicabilità della normativa sulla cessazione dell’impiego dell’amianto.

Confindustria ha avanzato al Ministero del Lavoro istanza di interpello per sapere se gli impianti tecnici produttivi, strettamente correlati all’attività imprenditoriale e funzionali al ciclo di produzione delle attività ivi esercitate, rientrino nella definizione di “impianti tecnici in opera all’interno ed all’esterno degli edifici”, e quindi siano da applicarsi anche a essi le norme sulla cessazione dell’impiego dell’amianto (Legge 27 marzo 1992 n. 257 ed al D.M....

Leggi tutto

La Corte di Cassazione contro il fumo passivo.

La Cassazione Civile, Sezione Lavoro, con la Sentenza 3 marzo 2016, n. 4211, ha condannato la RAI a risarcire circa più di 31mila euro più gli interessi a una giornalista, ora in pensione, alla quale era stata riconosciuta un’invalidità del 15% correlabile alla nocività dell’ambiente di lavoro dovuta al fumo dei colleghi. Non basta all’azienda diffondere una circolare interna con cui ribadisce il divieto categorico di toccare le sigarette sui luoghi di lavoro: non basta perché facile...

Leggi tutto

Nuove linee guida per la verifica di conformità delle schede dati di sicurezza della Regione Lombardia.

Sono state pubblicate dalla Regione Lombardia con decreto 16 febbraio 2016, n. 977 le Linee guida per la verifica di conformità delle schede dati di sicurezza (SDS) ai sensi dei regolamenti n. 1907/2006 (Reach) e n. 1272/2008 (Clp). Il documento, elaborato dal Laboratorio di approfondimento Rischio Chimico, di cui alla.d.g.r. 20 dicembre 2013 – n. X/1104 Piano regionale 2014-2018 per la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ha la finalità di fornire agli operatori del c...

Leggi tutto

C’è ancora tempo per l’invio dei certificati medici via Pec.

Con una nota dell’Inail, pubblicata il 2 maggio 2016, è stato comunicato che  i datori di lavoro avranno più tempo per l’invio telematico dei dati dei certificati medici. Inail ha infatti differito, a data da destinarsi, la scadenza del 30 aprile, fissata dal paragrafo 12 della circolare n. 10 del 21 marzo 2016, sull’obbligo di invio telematico del certificato medico. Per il momento, dunque, si potranno ancora inviare via Pec i certificati di infortunio sul lavoro e di malattia profes...

Leggi tutto

POS per le imprese di nuova costituzione: i chiarimenti del Ministero del Lavoro.

L’art. 28 comma 3-bis del D.Lgs. n. 81/2008 prevede che per le imprese di nuova costituzione il datore di lavoro sia tenuto ad effettuare immediatamente la valutazione dei rischi elaborando il relativo documento entro novanta giorni dalla data di inizio della propria attività; questa regola si applica anche al Piano Operativo di Sicurezza? La Federazione Sindacale Italiana dei Tecnici e Coordinatori della Sicurezza (Federcoordinatori) ha chiesto alla Commissione interpelli del Ministero del...

Leggi tutto

Finanziamenti a fondo perduto per le imprese che investono in sicurezza.

Anche quest’anno INAIL ha confermato il suo impegno nell’incentivare le imprese che investono nella salute e sicurezza dei propri lavoratori con la pubblicazione del nuovo Bando ISI 2015 INAIL. L’iniziativa parte con una dotazione di più di 276 milioni di euro, assegnati fino a esaurimento secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. Il contributo, pari al 65% dell’investimento, per un massimo di 130.000 euro, viene erogato a seguito del superamento di una verifica tecnico-...

Leggi tutto

Dal 23 dicembre è stato abolito il registro infortuni: è nato il “cruscotto”.

Proseguendo nei suoi tentativi di semplificazione burocratica il governo ha abolito il registro infortuni e, dal 23 dicembre scorso,tramite il decreto legislativo n. 151/2015, è iniziata l’era del cosiddetto “Cruscotto infortuni” che modificherà e, si spera, sveltirà le modalità telematiche di ricerca e consultazione delle informazioni Inail. Attenzione: nulla è mutato rispetto all’obbligo, gravante sul datore di lavoro, di denunciare all’Inail gli infortuni dei dipendenti, cambia...

Leggi tutto

Il medico competente è esonerato dalla partecipazione ai corsi di formazione previsti dall’art. 37 del D.Lgs. n. 81/2008.

Il 29 dicembre scorso l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale (INPS) ha interpellato la Commissione in merito all’esonero del medico competente, dipendente dell’Istituto, dalla partecipazione al corso obbligatorio per i lavoratori, previsto dall’art. 37 del D.lgs. n. 81/2008 e dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011, in considerazione del fatto che il medesimo – per il ruolo che ricopre – è già tenuto alla partecipazione al programma di educazione contin...

Leggi tutto